LUOGHI COMUNI SULL'EXTRAVERGINE

1. Se un olio è extravergine, allora è buono.

FALSO! – Non tutti gli oli extravergine sono uguali. Come per i vini la qualità varia dal comune vino da tavola al gran cru, anche per gli oli extravergine la qualità dipende dal tipo, dalla varietà, dal grado di maturazione e dalla conservazione.

2. Un extravergine di prima spremitura è un olio speciale?

FALSO! – Tutti gli oli extravergine d’oliva provengono da una prima ed unica spremitura.

 

3. Un extravergine spremuto a freddo è un ottimo olio?

FALSO! – Per ottenere un olio di qualità è importante utilizzare impanti che mantengano una temperatura di lavorazione che non superi mai i 27° C.

 

4. Il colore è indice della qualità dell’olio?

FALSO! – Il colore dipende esclusivamente dal tipo di olive e dal suo grado di maturazione nonchè dal processo di estrazione. Il colore dell’olio è tendenzialmente verde, con riflessi gialli più o meno intensi.  Solo dei riflessi rossastri potrebbero essere segnali di cattiva qualità, presenti in un olio conservato male e in particolare non al riparo dalla luce.

 

5. Un extravergine che “pizzica” in gola è un olio di scarso  pregio?

FALSO! – Il pizzicore è una caratteristica degli oli freschi, giovani, ricchi di sostanze salutari e antiossidanti naturali, quali polifenoli e vitamina E.

 

6. L’acidità si avverte al gusto?

FALSO! – L’acidità è un parametro misurabile solo con un’analisi chimica e non è correlato al sapore dell’olio.